ITDE
   
Text Size

Benvenuti al Centro Giacometti

Aperta la mostra di creature visionarie a Belfort

Visita a Belfort a Borgonuovo di Piuro la mostra di opere visionarie create da bambini e ragazzi delle scuole della Valle Bregaglia e di Chiavenna in occasione dell'anno commemorativo a 50 anni dalla scomparsa di Alberto Giacometti
Guarda le foto dell'inaugurazione della mostra pubblicate sulla pagina Facebook della Scuola Infanzia Novi Chiavenna

Leggi tutto: Aperta la mostra di creature visionarie a Belfort

 

Giacometti Art Walk: il Centro Giacometti ora esiste!

Stampa, 14 maggio 2016 / È stata presentata e testata oggi dal pubblico accorso per la vernice di Giacometti Art Walk, il frutto di un lavoro di documentazione iniziato nel 2011, realizzato da un team affiatato di specialisti di vari settori. Una video-guida che può sembrare costosa per chi non considera la qualità delle informazioni raccolte, la durata e la complessità del progetto e la mole di lavoro necessaria alla sua produzione. Ma che offre agli escursionisti che visitano la Bregaglia uno strumento incredibilmente innovativo, attrattivo e flessibile nel suo uso, che mira a sviluppare il territorio.
Con Giacometti Art Walk è stato aperto un nuovo capitolo nella divulgazione della storia dell’arte, un’applicazione creata da gente di montagna capace di valorizzare patrimoni culturali e storici di aree periferiche. L'operatività di Giacometti Art Walk rende oramai reale l'esistenza del Centro Giacometti.
Vai al sito di Giacometti Art Walk
Guarda il servizio di Sergio Raselli al Quotidiano del 15 maggio 2016   
Ascolta il servizio di Violanta Rominger alla Radio Rumantscha del 17 maggio 2016

Leggi tutto: Giacometti Art Walk: il Centro Giacometti ora esiste!

   

Giacometti e Piuro in visita a Cracovia

Cracovia, 10 maggio 2016 / In occasione del cinquantenario della scomparsa di Alberto Giacometti, l’Istituto italiano di cultura di Cracovia ha presentato una conferenza sulla biografia dell’artista bregagliotto con particolare riferimento ai suoi percorsi bregagliotti ed italiani. Marco Giacometti, presidente della Fondazione Centro Giacometti, ha introdotto l’argomento ricordando l’apertura di un famoso ristorante della città da parte di Gaudenzio Redolfi di Bondo nel 1820, ripreso poi da Paris Maurizio di Vicosoprano. L’emigrazione è stata una realtà professionale essenziale della società bregagliotta, contribuendo alla sua apertura culturale.

Leggi tutto: Giacometti e Piuro in visita a Cracovia

   

Centro per visitatori a Stampa: tavola rotonda

Sabato, 18 giugno alle ore 19.00, la Facoltà di architettura dell'Università di Karlsruhe organizza assieme alla Fondazione Centro Giacometti una serata dedicata agli aspetti architettonici di un futuro centro per visitatori a Stampa. Partendo dalla visione per un'offerta culturale in tutta la valle (Esperienza Bregaglia) e un Centro Giacometti verranno presentati degli studi di studenti pensati per un nuovo edificio nel centro del villaggio. Una tavola rotonda con la partecipazione dell'architetto Dieter Jüngling, del Granconsigliere Maurizio Michael e del prof. Ludwig Wappner ruoterà attorno ad aspetti sia architettonici che di impatto. Verrà infine inaugurata una piccola mostra in una stalla che presenterà i lavori studenteschi di Bachelor 2015. La manifestazione sarà in tedesco. Scarica la locandina

   

Il progetto del Centro Giacometti a Stampa

Il Centro Giacometti è una futura struttura di accoglienza per visitatori in Bregaglia (Grigioni, Svizzera). Vuole rendere omaggio alle famose personalità di Stampa, vale a dire Giovanni, Alberto, Diego, Bruno, Augusto e Zaccaria Giacometti. Il progetto è da vedere sotto l’ottica di una discussione completa e approfondita sulla vita e sull’opera degli artisti e delle personalità di Stampa.
Il Centro Giacometti vuole contestualizzare l'opera dei Giacometti nonché studiare e valorizzare il patrimonio culturale, storico e naturale di questa valle di lingua italiana a cavallo tra l’Engadina e la Lombardia. L'offerta si inserirà anche in un ambito educativo e lavorativo coinvolgendo varie fasce di età e di pubblico.

Il progetto è riconosciuto dal Comune di Bregaglia all'interno della sua strategia di sviluppo e dispone delle basi pianificatorie necessarie nell'ambito del "Polo culturale Stampa". Il Centro Giacometti fa parte dei progetti elencati nella strategia di sviluppo dell'Engadina Alta, della Bregaglia e di Poschiavo sviluppate nell'ambito del processo "Agenda 2030 Grigioni" (scarica il documento).

La Fondazione Centro Giacometti si occupa della realizzazione e della gestione del centro, che contribuirà allo sviluppo sostenibile della Bregaglia. Il Centro considererà l'importanza degli altri centri di vita delle singole personalità; nel caso di Alberto Parigi, Ginevra, Schiers e Maloja, per Giovanni Maloja, per Augusto Firenze e Zurigo, per Zaccaria invece Zurigo.

Nell'anno commemorativo 2016, data che segna il cinquantesimo anniversario dalla scomparsa di Alberto Giacometti, il Centro Giacometti contribuirà al programma commemorativo coordinato dal Municipio di Bregaglia. Presenterà inoltre la visione "Centro Giacometti 2020".

 


 

La Fondazione Centro Giacometti non possiede opere d'arte e non organizza mostre con capolavori degli artisti Giacometti.
Le grandi collezioni, in mostra in tutto il mondo, appartengono alla Fondation Alberto et Annette Giacometti a Parigi e alla Alberto Giacometti-Stiftung a Zurigo.
Per l'autentificazione di opere ritenute di Alberto Giacometti: rivolgersi al Comité Giacometti con sede a Parigi.

   
Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di


 

Membri

 

Statements

Rosita Fasciati

Il municipio del Comune di Bregaglia si congratula con l’associazione Amici del Centro Giacometti per aver dato avvio a questo nuovo interessante e importante progetto per la nostra Valle.
Rosita Fasciati, municipale, assessore alla cultura, Promontogno, 1.2.10