ITDE
   
Text Size

Benvenuti al Centro Giacometti

Sohn des Malers Ernst S. Geiger zu Besuch in Stampa

Stampa, 17. Oktober 2018 / Christoph Geiger (geb. 1942), der jüngste Sohn des Schweizer Malers Ernst Samuel Geiger (1876-1965) war heute zu Besuch in Stampa. Mit Dora Lardelli und Remo Maurizio hatte dieser im Jahr 1999 in der Ciäsa Granda eine Ausstellung mit Werken seines Vaters organisiert. Nun kam er noch einmal ins Tal, das sein Vater um die Jahrhundertwende für seine Dissertation im Fach Forstbotanik* näher untersuchte.

Ernst S. Geiger weilte am 28. September des Jahres 1899 in Soglio, als Giovanni Segantini starb und nahm an dessen Beerdigung teil. Bei dieser Gelegenheit lernte er Giovanni Giacometti kennen, mit dem er später gemeinsam an Ausstellungen teilnahm. Erhalten sind drei Briefe, die Giacometti an Geiger schickte**.

Leggi tutto: Sohn des Malers Ernst S. Geiger zu Besuch in Stampa

 

Fondazione Centro Giacometti: rapporto annuale 2017

Stampa, nel settembre 2018 / Come anche nel 2015, l’anno scorso si è situato nel segno di preparativi per futuri prodotti, mostre e pubblicazioni. Il grosso delle nostre risorse è stato collocato nella realizzazione della versione tedesca di Giacometti Art Walk® e nella preparazione della mostra interattiva “Da ün Giacometti e l’altar“, da un Giacometti all’altro. Queste due attività hanno anche legato la gran parte delle uscite e sono state completate con la loro presentazione nel 2018.

Leggi tutto: Fondazione Centro Giacometti: rapporto annuale 2017

   

Selfie con Emil a Stampa

In occasione di una sua recente visita a Stampa, Emil Steinberger si è lasciato ritrarre da sua moglie Niccel assieme alla madre di lei, Edda, e a Marco Giacometti all’entrata della mostra “Da ün Giacometti e l’altar”. Quattro facce sorridenti, situazione tipica in presenza del mitico cabarettista svizzero (Foto ® Niccel Steinberger). Vai al sito di Emil e Niccel Steinberger: edition-e.ch

   

A Eberhard W. Kornfeld per il suo 95. compleanno

Stampa, 21 settembre 2018 / Eberhard W. Kornfeld, il commerciante d'arte, collezionista ed editore di Berna, compie domenica prossima i suoi 95 anni. Lo abbiamo conosciuto oltre 40 anni fa durante una delle sue annuali visite in Bregaglia. Dai suoi primi incontri a Stampa e Maloja con Alberto Giacometti è diventata consuetudine per Eberhard Kornfeld visitare e rivedere regolarmente i posti di quella che era diventata quasi una patria per lui. In questo modo i ricordi di un tempo si ravvivano. Dopo la scomparsa di Alberto, la persona di riferimento a Stampa era diventata Sina Dolfi-Giacometti (1913-2011), mia nonna, con la quale è raffigurato nell'immagine qui sopra (foto ca. 1980). È tornato in Bregalia anche quest'anno, il 4 agosto 2018, accompagnato da sua moglie Yvonne.
Da Stampa inviamo i nostri migliori auguri a colui che è nato di domenica, una domenica di settembre nel lontano 1923. Ci rallegriamo di rivederlo.

Marco Giacometti, presidente della Fondazione Centro Giacometti

   

Das Centro Giacometti zu Gast in der Zürcher Kunsthalle

Zürich / Bis zum 4. November 2018 findet in der Zürcher Kunsthalle das Wissenschaftsfestival der Universität Zürich «100 Ways of Thinking» statt. Es handelt sich dabei um eine Ausstellung, ein Festival und eine Begegnungsstätte, sie verwandelt die Kunsthalle Zürich in ein Laboratorium für Forschung, Kunst und Lehre und beleuchtet die Kreativität und grosse Diversität der universitären Forschung. In Zusammenarbeit mit dem Rechtswissenschaftlichen Institut der Universität Zürich ist das Centro Giacometti präsent mit einer Fotoausstellung über die beiden Cousins Zaccaria und Alberto Giacometti; Ausgewählte Spielfilme aus dem Videoguide Giacometti Art Walk® zeigen den forschenden Künstler an der Arbeit.

Leggi tutto: Das Centro Giacometti zu Gast in der Zürcher Kunsthalle

   

Il progetto del Centro Giacometti a Stampa

Il Centro Giacometti promuove in modo interdisciplinare ed approfondito l'opera delle personalità della famiglia Giacometti in relazione con il patrimonio culturale della valle Bregaglia. Per questo scopo vengono create offerte e strutture capaci di facilitarne l'accessibilità a persone interessate. Si vuole inoltre dare un contributo alla vivacità della vita culturale della valle e al suo sviluppo economico.

Il Centro Giacometti vuole contestualizzare l'opera dei Giacometti nonché studiare e valorizzare il patrimonio culturale, storico e naturale di questa valle di lingua italiana a cavallo tra l’Engadina e la Lombardia. L'offerta si inserirà anche in un ambito educativo e lavorativo coinvolgendo varie fasce di età e di pubblico.

Il progetto è riconosciuto dal Comune di Bregaglia all'interno della sua strategia di sviluppo e dispone delle basi pianificatorie necessarie nell'ambito del "Polo culturale Stampa". Il Centro Giacometti fa parte dei progetti elencati nella strategia di sviluppo dell'Engadina Alta, della Bregaglia e di Poschiavo sviluppate nell'ambito del processo "Agenda 2030 Grigioni" (scarica il documento).

La Fondazione Centro Giacometti si occupa della realizzazione e della gestione del centro, che contribuirà allo sviluppo sostenibile della Bregaglia. Il Centro considererà l'importanza degli altri centri di vita delle singole personalità; nel caso di Alberto Parigi, Ginevra, Schiers e Maloja, per Giovanni Maloja, per Augusto Firenze e Zurigo, per Zaccaria invece Zurigo.


La Fondazione Centro Giacometti non possiede opere d'arte e non organizza mostre con capolavori degli artisti Giacometti.
Le grandi collezioni, in mostra in tutto il mondo, appartengono alla Fondation Alberto et Annette Giacometti a Parigi e alla Alberto Giacometti-Stiftung a Zurigo.
Per l'autentificazione di opere ritenute di Alberto Giacometti: rivolgersi al Comité Giacometti con sede a Parigi.

   

Da ün Giacometti e l'altar

Giacometti Art Walk

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di


 

Membri

 

Statements

Manuel Gasser

Sotto quest’ottica Alberto Giacometti non è solamente un Bregagliotto tipico, ma anche un buon Bregagliotto. Un Bregagliotto così tipico e buono, da poter capire la sua arte e il suo pensiero, e di questo sono sicuro, solo conoscendo la Bregaglia e il villaggio di Giacometti, Stampa.
Manuel Gasser (1909-1979), redattore in capo del giornale culturale „Du“ , febbraio 1962