ITDE
   
Text Size

Benvenuti al Centro Giacometti

“Linea Centro Giacometti”: articoli del tutto speciali

Il 25 maggio 2018, in concomitanza con l’inaugurazione della mostra “Da ün Giacometti e l’altar”, il Centro Giacometti presenterà un’anteprima di un’ESCLUSIVA collezione che vuole portare nel mondo l’opera degli artisti Giacometti. Affacciandosi con una serie di foulard e sketch book, “Linea Centro Giacometti” mette in luce la filosofia di questa nuova collezione: raffinatezza, qualità di materiali e ricerca del colore, ispirandosi alle prestigiose opere di questi artisti di fama internazionale.

Leggi tutto: “Linea Centro Giacometti”: articoli del tutto speciali

 

Dal 25 maggio 2018: “Da ün Giacometti e l’altar”

Quando si dice Giacometti, il nome che viene subito in mente è quello di Alberto.  Se è vero che questo artista si è conquistato una fama internazionale, la famiglia Giacometti ha originato altri grandi artisti, che vengono presentati in un innovativo laboratorio didattico inaugurato a breve, il 25 maggio 2018, presso il Centro Giacometti a Stampa. La mostra realizzata dall'Espace des Inventions di Losanna è una prima mondiale: ancora mai, infatti, la storia della famiglia d'artisti e alcune delle loro più importanti opere è stata presentata in un'esposizione preparata per un pubblico di ragazzi e giovani.  Scarica il volantino

Leggi tutto: Dal 25 maggio 2018: “Da ün Giacometti e l’altar”

   

“Leggere la Bregaglia”, antologia tra il passato e il presente

Klaus Reinhardt di Soletta negli ultimi tempi visitato parecchie volte la Bregaglia. Qui ha raccolto e letto una miriade di testi che ha accuratamente raggruppato, selezionato e trascritto. La sua antologia, che vuole far conoscere la tipicità della Bregaglia, dei suoi abitanti e di alcuni dei suoi personaggi di spicco, è fresca di stampa. Per la pubblicazione di questo libro la Fondazione Giovanoli di Maloggia / Maloja ha devoluto un contributo di 10'000 CHF. "Leggere la Bregaglia" è già stata argomento di una trasmissione su Rete 2 ed è stato presentato domenica 20 maggio a Stampa. Scarica il volantino
Presentazione alla Biblioteca cantonale a Coira il 18 giugno: Scarica il volantino

Leggi tutto: “Leggere la Bregaglia”, antologia tra il passato e il presente

   

I Persenico vivono nelle tele dei Giacometti



Stampa, 27 aprile 2018 / Simon Persenico ha tenuto il 27 aprile nella scuola Samarovan di Stampa una conferenza sulle famiglie Redolfi, Persenico, Derungs e Del Bondio. Una sessantina di partecipanti hanno seguito con particolare interesse i risultati di un lavoro durato 18 anni che Persenico ha pubblicato in un volume ricco di informazioni. "Le famiglie vengono e vanno, ma i Persenico vivranno nelle tele dei Giacometti", ha concluso l'autore che ha saputo catturare l'attenzione anche con storie di singole personalità delle famiglie dei suoi antenati.
Scarica la fotografia con i membri delle famiglie dei Persenico, Derungs e Del Bondio intervenuti alla serata Scarica la locandina

   

Virginia Marano ottiene un ambito stipendio

Berna, aprile 2018 / La neo-laureata storica dell'arte Virginia Marano di Pescara ha recentemente ottenuto dal Fondo nazionale svizzero per la ricerca uno stipendio per un progetto di dottorato presso il Kunsthistorisches Institut dell'Università di Zurigo. Seguita dal professore Tristan Weddigen proseguirà, a partire dal mese di settembre di quest'anno, le sue analisi sull'opera di Alberto Giacometti in termini storico-filosofici. Noi di Stampa conosciamo la Marano per la conferenza da lei tenuta due anni or sono e siamo molto fieri di saperla vicina alla Bregaglia. Ringraziamo tutti coloro che l'hanno sostenuta fin qua e le auguriamo un buon inizio della sua nuova tappa professionale in Svizzera.

Leggi tutto: Virginia Marano ottiene un ambito stipendio

   

Il progetto del Centro Giacometti a Stampa

Il Centro Giacometti promuove in modo interdisciplinare ed approfondito l'opera delle personalità della famiglia Giacometti in relazione con il patrimonio culturale della valle Bregaglia. Per questo scopo vengono create offerte e strutture capaci di facilitarne l'accessibilità a persone interessate. Si vuole inoltre dare un contributo alla vivacità della vita culturale della valle e al suo sviluppo economico.

Il Centro Giacometti vuole contestualizzare l'opera dei Giacometti nonché studiare e valorizzare il patrimonio culturale, storico e naturale di questa valle di lingua italiana a cavallo tra l’Engadina e la Lombardia. L'offerta si inserirà anche in un ambito educativo e lavorativo coinvolgendo varie fasce di età e di pubblico.

Il progetto è riconosciuto dal Comune di Bregaglia all'interno della sua strategia di sviluppo e dispone delle basi pianificatorie necessarie nell'ambito del "Polo culturale Stampa". Il Centro Giacometti fa parte dei progetti elencati nella strategia di sviluppo dell'Engadina Alta, della Bregaglia e di Poschiavo sviluppate nell'ambito del processo "Agenda 2030 Grigioni" (scarica il documento).

La Fondazione Centro Giacometti si occupa della realizzazione e della gestione del centro, che contribuirà allo sviluppo sostenibile della Bregaglia. Il Centro considererà l'importanza degli altri centri di vita delle singole personalità; nel caso di Alberto Parigi, Ginevra, Schiers e Maloja, per Giovanni Maloja, per Augusto Firenze e Zurigo, per Zaccaria invece Zurigo.


La Fondazione Centro Giacometti non possiede opere d'arte e non organizza mostre con capolavori degli artisti Giacometti.
Le grandi collezioni, in mostra in tutto il mondo, appartengono alla Fondation Alberto et Annette Giacometti a Parigi e alla Alberto Giacometti-Stiftung a Zurigo.
Per l'autentificazione di opere ritenute di Alberto Giacometti: rivolgersi al Comité Giacometti con sede a Parigi.

   

Da ün Giacometti e l'altar

Giacometti Art Walk

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di

 

Membri

 

Statements

Eberhard W. Kornfeld

Ringrazio per l'accompagnamento in occasione della nostra visita a Stampa. Per noi la giornata è stata una grande esperienza. Il vostro concetto per il memoriale suona bene e si lascia, spero, realizzare.
Dr. Eberhard W. Kornfeld, Bern, 10.8.13