ITDE
   
Text Size

I partner tecnico-scientifici

Foto: il team del Prof. Anderas Kley dell'Università di Zurigo in occasione della loro visita in Bregaglia il 15 giugno 2011

Partner tecnico-scientifici
Il Centro Giacometti collabora con istituzioni qualificate in varie discipline per generare i contenuti da presentare nel futuro Centro Giacometti e per creare prime offerte culturali in vista del programma definitivo:

Con la Fondation Alberto et Annette Giacometti di Parigi il Centro Giacometti collabora per documentare la storia del villaggio di Stampa e della Bregaglia nonché delle famiglie legate alla vita e alla biografia di Alberto Giacometti.  Su questa base, i contenuti formulati da Véronique Wiesinger in "Giacometti in Switzerland" potranno essere adeguatamente implementati nella nuova offerta culturale in Bregaglia.
   
   
   
Con l'Istituto di scienze del diritto dell'Università di Zurigo, cattedra del Prof. Andreas Kley, il Centro Giacometti collabora per caratterizzare la cultura della Bregaglia nonché la storia delle famiglie legate alla vita e alla biografia degli artisti della famiglia Giacometti, in particolare di Zaccaria Giacometti.
   
   
   
Con l'Istituto svizzero di studi d'arte di Zurigo il Centro Giacometti collabora per situare le opere di Giovanni e di Augusto Giacometti nel contesto tematico e culturale della Val Bregaglia. Sulla base di queste nuove informazioni, l'opera degli artisti potrà essere valorizzato in modo conveniente lungo il Sentiero Giacometti.

 

 

Foto: la visita della direttrice della Fondation Alberto et Annette Giacometti di Parigi, Véronique Wiesinger (al centro) a Stampa il 28 giugno 2011, accompagnata da Marianna Gelussi e da Donat Rütimann.

Giacometti Art Walk

Alberto, le fotografie

Dinastia d'artisti

 

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di

 

Membri

 

Statements

Roger Fayet

Stampa e la Bregaglia hanno rappresentato il punto di riferimento e di collegamento continuo fra quattro tra i più importanti artisti svizzeri: Giovanni, Augusto, Alberto e Diego Giacometti. Questa costellazione storica, con l’atelier ad oggi conservato e la collezione di tele nella Ciäsa Granda, offrono l’opportunità unica di presentare ad un largo pubblico l’opera bregagliotta di tutti e quattro questi artisti. L’Istituto svizzero di studi d’arte (SIK-ISEA) vede questa iniziativa con grande simpatia e si rallegra di sostenere dal punto di vista scientifico le attività per la realizzazione del Centro Giacometti.

Dr. Roger Fayet, direttore dell’Istituto svizzero di studi d’arte, Zurigo, 25.5.12