ITDE
   
Text Size

Benvenuti al Centro Giacometti in Bregaglia

Stampa e la Bregaglia, da Maloja a Chiavenna, sono la patria delle personalità della famiglia Giacometti.

Senza dubbio il soggiorno in città come Parigi, Zurigo, Ginevra, Monaco o Firenze e gli scambi con gl'intellettuali del mondo sono stati essenziali.

Ma in questa valle è nato l'immaginario degli artisti; in Bregaglia gli artisti hanno creato numerose opere. Qui sono spesso tornati e hanno curato i contatti con le persone del posto, con le quali sono cresciuti. È importante ricordarsene.

Oggi, tutte le personalità che hanno portato il nome dei Giacometti e della Bregaglia nel mondo sono riunite nel cimitero di San Giorgio, situato tra Borgonovo e Stampa.

La nostra ambizione con il Centro Giacometti è quella di presentare delle conoscenze da un altro punto di vista. Vogliamo evidenziare l'incontro dei Giacometti con la loro valle e il ruolo che essa ha avuto. Chi verrà nella patria degli artisti e scoprirà il paesaggio e la cultura locale, vivrà l’esperienza di Giacometti completamente nuovi.

Vogliamo combinare il paesaggio e la storia con l'escursionismo e creare un'offerta turistica che si basa su valori come il rispetto, la rigidita scientifica, l'autenticità, l'unicità, lo sviluppo sostenibile, la tradizione, l'identità locale.

Assieme i nostri partner ci rallegriamo di collaborare con tutte le forze interessate alla cura della memoria giacomettiana e alla valorizzazione di un patrimonio culturale di particolare pregio.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , presidente della Fondazione Centro Giacometti

Da ün Giacometti e l'altar

Giacometti Art Walk

Alberto, le fotografie

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Dinastia d'artisti

 
Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di

 

Membri

 

Statements

Alois Vinzens

Il Centro Giacometti a Stampa, uno dei pochi progetti culturali importanti ancora possibili nel Cantone dei Grigioni, ha una reale chance di sostegno da parte del fondo di contributi della BCG. È però importante che il progetto sia diretto in modo professionale e che anche la regione sostenga questo progetto.
Alois Vinzens, CEO della Banca Cantonale Grigione, Coira, 3.6.10