ITDE
   
Text Size

Mostra di Oppermann "Come giunsi all'immagine"

Nella mostra “Come giunsi all’immagine” al Centro Giacometti in settembre - ottobre 2021, lo psicanalista Matthias Oppermann riprende un tema centrale nell'arte di Alberto Giacometti: dipingere e disegnare ciò che l'artista vede. Lo psicoanalista elenca i momenti chiave nella biografia dell'artista bregagliotto e contrappone questi eventi speciali con le opere chiave che ne risultano, ovvero la loro implementazione nell'arte. Infine, in questa parte della mostra, Oppermann analizza i fondamenti teorici del “vedere” nell'opera di Alberto Giacometti.


In un'altra parte della mostra, il pittore Oppermann mostra propri disegni e dipinti con paesaggi della Bregaglia. Così facendo, si concentra su brani che altrimenti non compaiono mai in pittura: luoghi e tratti che l'escursionista osserva lungo il percorso verso la propria destinazione. Visualizza le impressioni soppresse mentre cammina, mentre vaga passivamente nello sguardo su scene secondarie, impressioni che si crede siano andate perse, ma che contribuiscono profondamente alla percezione di un paesaggio vissuto. In opere più recenti, le strutture del corpo si fanno strada nei paesaggi e affrontano la propria fragilità di fronte al paesaggio.


 

sinistra: Valle (2020)
Acquerello, gessi su tela
60 x 50 cm
destra: Cacciabella (2020)
Acquerello, gessi su tela
60 x 50 cm

Esposizione «Come giunsi all'immagine», Trasformazioni del vissuto in arte in Alberto Giacometti e quadri di Matthias Oppermann
Data: dal 4 settembre fino al 17 ottobre 2021
Luogo: Salone Centro Giacometti, Strada cantonale 119, CH-7605 Stampa
Orari:
A) Mostra di paesaggi di Matthias Oppermann: sabato e domenica: 10:00 - 12.00 & 15:00 - 17:00. Martedì e mercoledì: 15.00 & 17:00 
B) Il vedere in Alberto Giacometti: martedì a domenica: 10:00 - 12.00 & 15:00 - 17:00
Chiuso il lunedì
Prezzo: libero

Organizzazione: Fondazione Centro Giacometti, Stampa
Autore e artista: Matthias Oppermann, Amburgo
Curatrice della mostra di opere di Oppermann: Virginia Marano, Università di Zurigo

Con il sostegno finanziario di
Comune di Bregaglia
Ufficio della cultura dei Grigioni / Swisslos
Julien Schoenlaub
Fondazione Centro Giacometti

Immagine in alto: Tra Soglio e Stampa 3 (2007)
Acrilico su tela 80 x 100 cm

Biografia Augusto

Storia del Muretto

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Dinastia d'artisti

 

Giacometti Art Walk

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di


 

Membri

 

Statements

Mario Negri

Qualcosa della sua valle, dei suoi monti, i dirupi del Piz Duan, le spaccature fendenti del Sciora, è rimasto come segno indelebile nelle sue sculture. Lo scabro, il roccioso, il ferrigno, l'impervio, il solenne, il disadorno, il solitario, il selvaggio sono rimasti in lui come radici che affondano nella sua terra.
Mario Negri, 1966