ITDE
   
Text Size

«Occhi che non dormono» di Rui Chafes

Giardino a Stampa in primavera in una fotografia di Natalya Giacometti: in questo posto e per questo posto lo scultore portoghese Rui Chafes ha immaginato e ideato una plastica che verrà realizzata in occasione di una sua mostra a Lisbona nel mese di marzo 20200 presso la Fundación Calouste Gulbenkian. Il progetto è nato all’interno della rete di contatti del Centro Giacometti: la storica dell’arte Virginia Marano lavora a livello internazionale per mettere in luce l’opera di artisti contemporanei che attingono dall’immaginario di Alberto Giacometti. «Occhi che non dormono», la scultura di Chafes per il giardino di Stampa, aprirà le porte ad uno scambio in diretta tra la capitale portoghese e la Bregaglia.

Biografia Augusto

Storia del Muretto

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Dinastia d'artisti

 

Giacometti Art Walk

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di


 

Membri

 

Statements

Manuel Gasser

Sotto quest’ottica Alberto Giacometti non è solamente un Bregagliotto tipico, ma anche un buon Bregagliotto. Un Bregagliotto così tipico e buono, da poter capire la sua arte e il suo pensiero, e di questo sono sicuro, solo conoscendo la Bregaglia e il villaggio di Giacometti, Stampa.
Manuel Gasser (1909-1979), redattore in capo del giornale culturale „Du“ , febbraio 1962