ITDE
   
Text Size

Ricercati costruttori di modelli di edifici di Bruno Giacometti

Losanna e Stampa, 2 dicembre 2017 / Per la mostra  „Da un Giacometti all'altro“ gli autori cercano una ateneo di architettura, uno studio di architettura o una persona che abbia le competenze di costruire modelli architettonici. Uno dei 20 moduli dell'esposizione, che verrà inaugurata a Stampa alla fine di maggio 2018, è dedicata all'opera dell'architetto Bruno Giacometti. Per questo servono modelli dettagliati di quattro edifici realizzati di Giacometti, che rendano il concetto e l'idea dell'architetto: il palazzo scolastico Samarovan a Stampa, una casa abitativa del quartiere ewz a Brentan, il piccolo padiglione per l'ufficio doganale a Castasegna e il padiglione svizzero per la Biennale di Venezia.

È ipotizzabile che più costruttori di modelli partecipino al progetto. La scala varierà tra l'1 : 120 e l'1 : 50. Persone interessate sono pregate di rivolgersi al responsabile presso l'Espace des Inventions di Losanna, Christophe Rochat, oppure presso Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. della Fondazione Centro Giacometti. Gli autori dell'esposizione si ralllegrano sin d'ora della preziosa collaborazione.



Schulhaus Samarovan in Stampa


Wohnhaus der ewz-Wohnsiedlung in Brentan



Pavillon für das Zollamt in Castasegna



Schweizer Pavillon für die Biennale Venedig

Da ün Giacometti e l'altar

Giacometti Art Walk

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di

 

Membri

 

Statements

Roger Fayet

Stampa e la Bregaglia hanno rappresentato il punto di riferimento e di collegamento continuo fra quattro tra i più importanti artisti svizzeri: Giovanni, Augusto, Alberto e Diego Giacometti. Questa costellazione storica, con l’atelier ad oggi conservato e la collezione di tele nella Ciäsa Granda, offrono l’opportunità unica di presentare ad un largo pubblico l’opera bregagliotta di tutti e quattro questi artisti. L’Istituto svizzero di studi d’arte (SIK-ISEA) vede questa iniziativa con grande simpatia e si rallegra di sostenere dal punto di vista scientifico le attività per la realizzazione del Centro Giacometti.

Dr. Roger Fayet, direttore dell’Istituto svizzero di studi d’arte, Zurigo, 25.5.12