ITDE
   
Text Size

Margot Schneider espone “Bregaglia Glaciers”

La pittrice sangallese Margot Schneider sarà ospite in Bregaglia a partire da sabato 8 luglio con nove tele rappresentanti i ghiacciai delle tre valli laterali granitiche della Bregaglia. La Schneider, membro della gilda dei pittori svizzeri delle montagne, si è recata di persona nei pressi dei ghiacciai nelle valli Bondasca, Albigna e Forno per catturare un ambiente roccioso e freddo. Le opere di Schneider portano il pubblico nelle immediate vicinanze del ghiaccio perenne, che lascia spazio a forme di vita vegetale specializzata, a pionieri, con tocchi di colore a volte raggianti, a volte cupi.


Con le sue tele, Margot Schneider ci fa immergere in luoghi visitati anche da Alberto Giacometti, come lo dimostrano alcune fotografie degli anni Trenta del secolo scorso.

La mostra “Bregaglia Glaciers” di Margot Schneider ha luogo nel salone Piz Duan a Stampa e cade nell’anno commemorativo per i festeggiamenti delle scalate del Pizzo Badile. Un'altra coincidenza è il progetto di arte compemporanea nell'Albigna.

L'esposizione sarà inaugurata sabato 8 luglio alle ore 15.00 in presenza dell’artista. L’esposizione, corredata da una collezione di libri sull'opera degli artisti della famiglia Giacometti a disposizione per la lettura, resterà aperta fino al 20 agosto.

Orari di apertura della mostra:
quotidianamente dalle ore 10.00 alle ore 18.00, salvo eccezioni.
Per informazioni chiamare il numero 0041 81 834 01 40

Vai al sito di Margot Schneider

 

Le opere di Margot Schneider esposte al Salone Piz Duan a Stampa:

Forno:
Vadrec dal Forno rot, olio su tela, 120 x 160 cm
Vadrec dal Forno blau, olio su tela, 120 x 160 cm

Albigna:

Vadrec dal Cantun, olio su tela, 100 x 140 cm (immagine in alto)
Glacier Castel Nord, olio su tela, 70 x 90 cm
Glacier Albigna I, olio su tela, 70 x 50 cm
Glacier Albigna II, olio su tela, 70 x 50 cm

Bondasca:
Glacier Bondasca III, olio su tela, 70 x 90 cm
Vadrec da la Bondasca, olio su tela, 100 x 140 cm
Badile mit Firnfeld, olio su tela, 100 x 140 cm

Da ün Giacometti e l'altar

Giacometti Art Walk

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di


 

Membri

ecomunicare 170

 

Statements

Guido L. Luzzatto

Cosa potrebbe essere più gradevole, per la gente che ama l'arte in funzione della vita umana, che la visita di quelle abitazioni che non si sono trasformate in luoghi di memoria morti, ma che hanno conservato l'ambiente della vita dell'artista e che sono restate così come quando il pittore vi entrava e vi usciva?
Guido L. Luzzatto, in un articolo nella "Neue Bündner Zeitung" del 20 luglio 1954 intitolato "Visita nella casa nativa di Giovanni Giacometti"