ITDE
   
Text Size

Il Centro Giacometti si rivolge ai ragazzi

Il consiglio della Fondazione Centro Giacometti si è riunito al completo il 16 giugno 2017 a Stampa per il suo incontro ordinario del 2017. Ha approvato il rapporto annuale (scaricabile qui, in tedesco) e i conti per il 2016 e ha definito le attività principali per l'anno in corso; la traduzione e la sincronizzazione dei video di Giacometti Art Walk® in tedesco sarà portata a termine. Proseguirannio pure i lavori per le pubblicazioni di Klaus Reinhardt su testi letterari relativi alla Bregaglia, di Marco Giacometti sulla biografia di Augusto Giacometti e di Saveria Masa sulla storia del passo del Muretto.


Proprio in questo contesto la Fondazione è stata in grado di contribuire alla riscoperta della storica mulattiera del Muretto sulla parte Svizzera, in collaborazione con l'autrice e con il Servizio archeologico cantonaledei Grigioni.

Per il libro sil Muretto (in collaborazione con la Fondazione Giovanoli di Maloggia) e per Giacometti Art Walk® la nostra Fondazione ha recentemente ottenuto un contributo finanziario di 11‘000 CHF, per il quale ii Consiglio di Fondazione ringrazia sentitamente.



Foto: La riscoperta del tracciato storico del passo del Muretto-Passes il 9 giugno 2017 con Saveria Masa e Sergio Castelletti

Mostra didattica per scolaresche e famiglie
Il consiglio della Fondazione Centro Giacometti ha inoltre deciso di aderire e collaborare ad un progetto dell' Espace des Inventions a Losanna in collaborazione con il Museo in Erba di Lugano. Si tratta di realizzare una mostra der ragazzi e giovani  che permetterà di scoprire in modo ludico l'opera e le biografie degli artisti della famiglia Giacometti. In questo modo potrà essere sollecitata la creatività dei ragazzi.
Con questa offerta verrà aperto nlla regione un nuovo capitolo nella comunicazione dell'arte. La Fondazione allargherà l'offerta culturale bregagliotta con una preziosa offerta per scolaresche nei mesi di maggio, giugno, settembre e ottobre e per famiglie in estate. Concretizza in questo modo quello che Urs Schildknecht aveva ideato sotto il nome di "School Camp".

Un regalo da Zurigo
Con grande gioia la Fondazione Centro Giacometti ha preso in consegna un regalo di due benevoli donatori 35 fotografie originali di Ernst Scheidegger dal valore di 50‘000 CHF, associato con il diritto di poter utilizzare queste immagini per propri progetti. Le preziose fotografie mostrano Alberto Giacometti, i suo ambiente e le sue opere a Stampa, Capolago e a Parigi.

Destra: Fotografia di Ernst Scheidegger (© ernst-scheidegger-archiv.org): Alberto Giacometti e sua moglie Annette nello studio di Stampa

Infine il consiglio di fondazione si è fatto dei pensieri per l'ulteriore pianificazione del Centro Giacometti e ha valutato un progetto che ha il potenziale di meglio far conoscere nel mondo gli artisti meno famosi della famiglia Giacometti, Giovanni e Augusto. Anche in questi ambiti verranno proseguiti i lavori.

Dopo il termine della riunione il consiglio di fondazione ha visitato le tombe degli artisti nel cimitero di San Giorgio e ha valutato nuove misure di restauro delle stesse.

Foto (dsad): i consiglieri di fondazione Andreas Kley (Zurigo), Rosita Fasciati (Castasegna), Christoph Beat Graber (Zurigo), Emilie Le Mappian (Parigi) e Christian Klemm (Zurigo) alla tomba di Alberto Giacometti

 




Da ün Giacometti e l'altar

Giacometti Art Walk

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di


 

Membri

 

Statements

Roger Fayet

Stampa e la Bregaglia hanno rappresentato il punto di riferimento e di collegamento continuo fra quattro tra i più importanti artisti svizzeri: Giovanni, Augusto, Alberto e Diego Giacometti. Questa costellazione storica, con l’atelier ad oggi conservato e la collezione di tele nella Ciäsa Granda, offrono l’opportunità unica di presentare ad un largo pubblico l’opera bregagliotta di tutti e quattro questi artisti. L’Istituto svizzero di studi d’arte (SIK-ISEA) vede questa iniziativa con grande simpatia e si rallegra di sostenere dal punto di vista scientifico le attività per la realizzazione del Centro Giacometti.

Dr. Roger Fayet, direttore dell’Istituto svizzero di studi d’arte, Zurigo, 25.5.12