ITDE
   
Text Size

Piuro e Bregaglia, culla d’artisti

Palazzo Vertemate Franchi, 26 agosto 2016 / È stata inaugurata nella sala di Mercurio e Giove a Palazzo Vertemate Franchi a Prosto di Piuro l’ottava edizione delle “Dieci giorni di Piuro” con un convegno dedicato agli artisti che nel corso dei secoli hanno operato in Bregaglia. Gianni Lisignoli, presidente dell’Associazione italo-svizzera per gli scavi di Piuro, ha inaugurato l’ormai tradizionale manifestazione dedicata quest’anno all’arte in occasione dell’anno commemorativo a 50 anni dalla sua scomparsa di Alberto Giacometti (1901-1966). I relatori Guido Scaramellini e Marco Giacometti hanno presentato una panoramica delle persone creative - sicuramente incompleta - e hanno posto l’accento sulle opportunità di mettere in luce le biografie e l’opera dei nostri artisti anche nell’ottica dello sviluppo economico, argomento appoggiato dal sindaco del comune di Piuro, Omar Iacomella.
Scopri il programma delle Dieci giorni di Piuro 2016

Nel 1894 il pittore Augusto Giacometti (1877-1947) aveva realizzato degli studi sulle decorazioni di Palazzo Vertemate Franchi (immagine in alto)

Gianni Lisignoli

Omar Iacomella

Guido Scaramellini

Marco Giacometti. Seduti, da sinistra a destra: Lorenza Martocchi, assessore del settore cultura del Comune di Chiavenna, Gianni Lisignoli, Flavio Moregioni, presidente della Comunità Montana Valchiavenna e Pierfranco Mastalli

Da ün Giacometti e l'altar

Giacometti Art Walk

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di


 

Membri

 

Statements

Mario Negri

Qualcosa della sua valle, dei suoi monti, i dirupi del Piz Duan, le spaccature fendenti del Sciora, è rimasto come segno indelebile nelle sue sculture. Lo scabro, il roccioso, il ferrigno, l'impervio, il solenne, il disadorno, il solitario, il selvaggio sono rimasti in lui come radici che affondano nella sua terra.
Mario Negri, 1966