ITDE
   
Text Size

Arte contemporanea nel luogo d'ispirazione dei Giacometti?

Coira, 12 febbraio 2014 / Da diversi anni, artisti contemporanei espongono le loro opere in vari posti della Bregaglia. Ma per questo scopo fin’ora non è stato considerato Stampa, il villaggio dei Giacometti. Durante un incontro svoltosi a Coira, Marco Giacometti e l’artista svittese Maya Lalive si sono perciò chiesti se non fosse sensato rendere possibile un dialogo dell’arte contemporanea con il patrimonio artistico nel luogo dell’immaginario e d’ispirazione dei Giacometti.



Il Centro Giacometti potrebbe offrire ad artisti contemporanei l’opportunità di interagire con il paesaggio e la cultura della Bregaglia, nei luoghi nei quali è nato l’immaginario dei personaggi della famiglia Giacometti e dove gli artisti di questa famiglia hanno trovato l’ispirazione durante tutta la loro vita. Una serie di opere realizzate dagli artisti contemporanei in quest’ambito potrebbero essere presentate in occasione di mostre speciali in Bregaglia.

Questa idea è stata discussa in modo approfondito da parte del presidente del Consiglio di fondazione Marco Giacometti e dall’artista Maya Lalive, il quale marito appartiene ad una vecchia famiglia bregagliotta e che si sente radicata nella valle. Con una serie di mostre istituzionalizzate il Centro Giacometti potrebbe dare un contributo alla reputazione della Bregaglia quale luogo di arte contemporanea.

Le ulteriori discussioni che seguiranno prossimamente sia all’interno della fondazione sia con potenziali partner dimostreranno la fattibilità di quest’idea.

 

Immagine in alto a sinistra: Opera di Maya Lalive dalla serie "Nient’altro che granito” del 2008-2011, da www.mayalaliveart.ch

Foto in basso a destra: Marco Giacometti e Maya Lalive nel corso del loro incontro del 12 febbraio a Coira

Da ün Giacometti e l'altar

Giacometti Art Walk

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di

 

Membri

 

Statements

Roger Fayet

Stampa e la Bregaglia hanno rappresentato il punto di riferimento e di collegamento continuo fra quattro tra i più importanti artisti svizzeri: Giovanni, Augusto, Alberto e Diego Giacometti. Questa costellazione storica, con l’atelier ad oggi conservato e la collezione di tele nella Ciäsa Granda, offrono l’opportunità unica di presentare ad un largo pubblico l’opera bregagliotta di tutti e quattro questi artisti. L’Istituto svizzero di studi d’arte (SIK-ISEA) vede questa iniziativa con grande simpatia e si rallegra di sostenere dal punto di vista scientifico le attività per la realizzazione del Centro Giacometti.

Dr. Roger Fayet, direttore dell’Istituto svizzero di studi d’arte, Zurigo, 25.5.12