ITDE
   
Text Size

Amici del Centro Giacometti

L'associazione "Amici del Centro Giacometti" è stata costituita il 29 novembre 2009 nell'atelier Giacometti a Stampa. Attualmente, la società conta 236 membri.

Essa ha lo scopo di sostenere le attività della Fondazione Centro Giacometti e di promuovere iniziative culturali legate alle realtà della Val Bregaglia.

Questo obiettivo viene perseguito:
a) sostenendo la Fondazione Centro Giacometti per la realizzazione, lo sviluppo e la gestione del progetto Centro Giacometti e per i suoi lavori di ricerca e promozione del patrimonio culturale bregagliotto
b) organizzando manifestazioni ed eventi culturali.

Il conto bancario degli Amici del Centro Giacometti: Banca cantonale Grigione, Vicosoprano
IBAN CH75 0077 4010 0673 3510 0

Scarica gli statuti degli Amici del Centro Giacometti

Il comitato dell'associazione si compone di:

- Marco Giacometti, presidente
- Itala Vivan
- Virginia Marano

 

Indirizzo dell'associazione e persone di contatto

Diventa membro

Le ditte associate agli Amici del Centro Giacometti:
Aareptan GmbH, servizio internazionale di traduzioni, Wohlen
Carlo Tam, Costruzioni in metallo, Vicosoprano
ecomunicare.ch SAGL, soluzioni per comunicare, Poschiavo e Vicosoprano
Giacometti Alberto, ditta di pittura, Vicosoprano
Giacometti Sport, Maloja
Boppart & Partner, Maloja

Da ün Giacometti e l'altar

Giacometti Art Walk

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di


 

Membri

 

Statements

Roger Fayet

Stampa e la Bregaglia hanno rappresentato il punto di riferimento e di collegamento continuo fra quattro tra i più importanti artisti svizzeri: Giovanni, Augusto, Alberto e Diego Giacometti. Questa costellazione storica, con l’atelier ad oggi conservato e la collezione di tele nella Ciäsa Granda, offrono l’opportunità unica di presentare ad un largo pubblico l’opera bregagliotta di tutti e quattro questi artisti. L’Istituto svizzero di studi d’arte (SIK-ISEA) vede questa iniziativa con grande simpatia e si rallegra di sostenere dal punto di vista scientifico le attività per la realizzazione del Centro Giacometti.

Dr. Roger Fayet, direttore dell’Istituto svizzero di studi d’arte, Zurigo, 25.5.12