ITDE
   
Text Size

Attualità

Impressioni a Stampa e Borgonovo, 5 agosto

 

Deceduto Herbert Maeder, fotografo delle esequie di Giacometti

Herbert Maeder, fotografo della montagna, ambientalista e Consigliere nazionale (1983-1995), è deceduto poco tempo prima del suo 87esimo compleanno. Questo è ciò che risulta da un annuncio di morte della Fondazione Greina pubblicato il 28 gennaio 2017 nella «Neue Zürcher Zeitung». L'Appenzellese Maeder era un famoso fotografo della montagna. Si incarico di una rivista aveva documentato il 15 gennaio 1966 le esequie di Alberto Giacometti a Stampa. Meno di due anni fa avevamo avuto l'occasione di realizzare assieme a lui il nostro libro fotografico „Non capisco né la vita né la morte“. Lo scambio con Herbert Maeder era stato di un'eccezionale bontà. La Fondazione Centro Giacometti esprime le più sentite condoglianze alla famiglia del grande fotografo.
Guarda il film di Arthur Spirk andato in onda su SRF il 12 marzo 2017

Leggi tutto: Deceduto Herbert Maeder, fotografo delle esequie di Giacometti

   

Viaggio culturale degli Amici 2017

Quest’anno il viaggio culturale della società Amici del Centro Giacometti ci porta in Italia, nella Regione Emilia. Agli interessati, membri della società e altri, sono a disposizione il programma del viaggio e il formulario di annuncio. Il termine per gli annunci è il 24 marzo 2017. I posti sono limitati e vengono riservati nell’ordine con cui entrano gli annunci. Scarica la locandina
Per ulteriori informazioni: Rodolfo Fasciati, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Tel. 0041 81 822 14 60

   

Diego Giacometti: de l'ombre à la lumière

Parigi, 8.2.17 / Recentemente, il quotidiano francese Le Monde ha ricordato l'opera di Diego Giacometti con un articolo di Roxana Azimi. Si riferisce alle collezione di privati che saranno prossimamente messe all'asta. Ringraziamo Andrea Semadeni per avercelo segnalato da Addis Abeba. Vai all'articolo su Diego Giacometti in "Le Monde"
Ed ecco un altro articolo dedicato a Diego, segnalatoci da Marco Ranzoni, questa volta legato ai suoi oggetti progettati per la Kronenhalle di Zurigo. Vai all'articolo di Oliver Scharpf su "Azione", settimanale della Migros

   

È tornato il sole a Stampa

Stampa, 8.2.17 / Dopo tre mesi di completa assenza è spuntato oggi alle ore 12.30 il sole da dietro il crinale della montagna a meridione di Stampa. Ieri il cielo era nuvoloso e abbiamo dovuto aspettare un giorno di più. Durante pochi minuti i suoi raggi hanno illuminato la facciata della casa nativa di Giovanni Giacometti nel centro del villaggio. Un bagliore intenso che sembrava penetrare il pendio montuoso dirimpetto al villaggio, una luce che ci riporta il ricordo di persone che ci hanno abbandonato e che, per un periodo di tempo più o meno lungo, hanno dato vita a questo quartiere che ogni tanto ci sembra abbandonato.

Leggi tutto: È tornato il sole a Stampa

   

Articolo di Sophie Cachon in Télérama

Parigi, 1 febbraio 2017 / Sophie Cachon ha pubblicato oggi nel magazine culturale francese Télérama nella sezione "Voyager autrement" (viaggiare diversamente) un contributo di due pagine per sollecitare un pubblico interessato alla cultura di visitare la Bregaglia, patria dei Giacometti. Abbiamo avuto recentemente il piacere di avvicinare Sophie Cachon alla Bregaglia per meglio comprendere questo microcosmo periferico tanto importante per la storia dell'arte moderna. La giornalista mette in particolare evidenza anche Giacometti Art Walk che ci impegnamo di sincronizzare il più presto possibile in tedesco.
Vai all'articolo di Sophie Cachon (in francese)

   

Articolo di Franz Lerchenmüller nella Frankfurter Allgemeine Zeitung

Francoforte, 12 gennaio 2017 / Franz Lerchenmüller, giornalista tedesco, ha pubblicato oggi nella prestigiosa Frankfurter Allgemeine Zeitung un articolo che tematizza le iniziative culturali della Fondazione Centro Giacometti. Malgrado alcune esagerazioni e sbagli (Stampa resta senza sole solo per 3 mesi e la nebbia si riscontra di rado, Augusto è cugino di secondo grado di Giovanni e non è stato maestro di Alberto, Alberto l'ultima volta non è venuto a Stampa in dicembre del 1965, ma in agosto di quell'anno) il contributo mette molto bene in evidenza l'interesse dimostrato dagli amanti dell'arte moderna e la potenzionalità della partia degli artisti in termini di nuove offerte culturali. Con questo articolo dedicato ad Alberto Giacometti Lerchenmüller fa pubblicità anche alla ferrovia retica e all'autopostale.

Vai all'articolo di Franz Lerchenmüller (in tedesco)

   

Presentato il catalogo ragionato delle stampe di Alberto Giacometti

Berna, 15 gennaio 2017 / Esattamente 51 anni dopo le esequie di Alberto Giacometti à stato presentato dalla Galerie Kornfeld di Berna e dalla Fondation Alberto et Annette Giacometti di Parigi il catalogo ragionato delle stampe del famoso artista. Il lavoro era iniziato nel 1963 e contiene l'insieme delle stampe fin'ora conosciute - sono 452 in totale -, realizzate dal 1917 al 1965. Il numeroso pubblico accorso alla Galerie Kornfeld ha inoltre avuto l'opportunità di visitare una raffinata mostra di tele, sculture, disegni e stampe dell'artista bregagliotto.

Leggi tutto: Presentato il catalogo ragionato delle stampe di Alberto Giacometti

   

Chi ha il coraggio di sostenere quest'iniziativa?

Stampa, gennaio 2017 / Nell'anno del suo abbandono quale curatore del museo Ciäsa Granda (nel 2008, dunque 9 anni fa), il dott. Remo Maurizio così si era espresso in merito alla valorizzazione degli artisti bregagliotti: "Il mio successore ha senz'altro un altro compito. Il controllo del museo è certo importante, ma il progetto di un Centro Giacometti va riconosciuto e valorizzato dalla popolazione. I nostri artisti hanno un grande valore culturale e sono importanti per l'avvenire della nostra Valle".

Leggi tutto: Chi ha il coraggio di sostenere quest'iniziativa?

   

Pagina 9 di 37

Da ün Giacometti e l'altar

Giacometti Art Walk

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di


 

Membri

 

Statements

Claudia Demel

Parto dal presupponsto che l’opera dei Giacometti possa essere compresa unicamente cercando lo scambio con gli artisti stessi. E questa ricerca ci porta necessariamente in Bregaglia e a Stampa quale luogo d’incessante ispirazione ed attaccamento.
Rendiamo dunque possibile questo viaggio attraverso la triade della famiglia d’artisti Giacometti composta da opera - personalità - luogo di lavoro a tutti coloro che vogliono intraprendere questo affascinante percorso. Accendiamo la stella di Stampa. Aiuterò molto volentieri.

Claudia Demel, Basilea, interessata all'arte e giornalista di settore