ITDE
   
Text Size

Assemblea degli Amici: periodo di buona speranza

L’assemblea ordinaria 2020 degli Amici del Centro Giacometti ha avuto luogo sabato 18 luglio a Stampa. Dopo aver ammesso 3 nuovi membri - la società conta ora 136 associati – questa ha approvato la relazione della sovrastanza e il consuntivo 2019. L’assemblea ha inoltre appreso i dettagli relativi al masterplan Centro Giacometti sottoposto al municipio del Comune di Bregaglia e definito i progetti che verranno sostenuti dall’associazione.

L’assemblea degli Amici ha deciso di sostenere la biografia su Augusto Giacometti e la mostra di opere di Soshana a Stampa prevista per il 2021. La sovrastanza aveva esaminato misure volte a coinvolgere i membri più da vicino, ad esempio attraverso eventi culturali oppure tramite un premio per la saggistica specifica sui Giacometti. Fu inoltre valutata l’opportunità per dare a degli artisti contemporanei la possibilità di creare proprie opere a Stampa.

Queste misure sono state parzialmente considerate nella pianificazione delle attività future e nel Masterplan per il Centro Giacometti, che è attualmente sul tavolo del Municipio del Comune di Bregaglia per la valutazione. Il consiglio di Fondazione è in attesa della decisione del Municipio. Gli Amici si augurano che il Municipio possa in qualche modo sostenere questo progetto che andrebbe a colmare una lacuna all’interno del paesaggio culturale della Bregaglia.

Nel corso della serata è stato presentato anche in Bregaglia il nuovo volume sulla storia del Muretto in presenza dell’autrice Saveria Masa. L’assessore Jon Bischoff ha portato i saluti del Comune, mentre i presidenti delle due fondazioni co-editrici, Rodolfo Maurizio e Marco Giacometti, hanno a loro volta documentato la genesi del progetto e riassunto il contenuto del preziosissimo libro di storia bregagliotta.



 

Biografia Augusto

Storia del Muretto

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Dinastia d'artisti

 

Giacometti Art Walk

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di


 

Membri

ecomunicare 170

 

Statements

Mario Negri

Qualcosa della sua valle, dei suoi monti, i dirupi del Piz Duan, le spaccature fendenti del Sciora, è rimasto come segno indelebile nelle sue sculture. Lo scabro, il roccioso, il ferrigno, l'impervio, il solenne, il disadorno, il solitario, il selvaggio sono rimasti in lui come radici che affondano nella sua terra.
Mario Negri, 1966