ITDE
   
Text Size

Vernice della biografia su Zaccaria Giacometti

Stampa-Coltura, 19 luglio 2014 / La vita del Bregagliotto d'origine Zaccaria Giacometti (1893-1970), che fu docente di diritto costituzionale e rettore dell'Università di Zurigo, rispecchia la storia del 20esimo secolo. Andreas Kley ha scritto una biografia su di lui, che è stata presentata il 19 luglio 2014 a Coltura su invito del Comune di Bregaglia. Davanti ad un pubblico accorso numeroso nel salone di Palazzo Castelmur hanno parlato, oltre all’autore, anche Gian Andrea Walther, Gustavo Scartazzini e Marco Giacometti. Il sindaco Anna Giacometti ha introdotto l'evento e il Comune di Bregaglia ha offerto l'aperitivo.
Guarda il servizio su Il Quotidiano del 22.7.14 ultimo servizio / Leggi l'articolo su La Bregaglia

Zaccaria Giacometti (1893-1970), il docente di diritto costituzionale
L'autore della monografia su Zaccaria Giacometti, Andreas Kley
Il sindaco, Anna Giacometti

L'autore, Andreas Kley

Gian Andrea Walther Gustavo Scartazzini Marco Giacometti

 

 

Vai alla pagina di Schulthess con il contributo sul libro "Von Stampa nach Zürich - Der Staatsrechtler Zaccaria Giacometti, sein Leben und Werk und seine Bergeller Familie"

Clicca sull'immagine

Biografia Augusto

Storia del Muretto

Alberto, le fotografie

Leggere la Bregaglia

Zaccaria Giacometti

Storia antica Bregaglia

Dinastia d'artisti

 

Giacometti Art Walk

Linea Centro Giacometti

Condividi

Partner scientifici

 

Con il sostegno di


 

Membri

ecomunicare 170

 

Statements

Roger Fayet

Stampa e la Bregaglia hanno rappresentato il punto di riferimento e di collegamento continuo fra quattro tra i più importanti artisti svizzeri: Giovanni, Augusto, Alberto e Diego Giacometti. Questa costellazione storica, con l’atelier ad oggi conservato e la collezione di tele nella Ciäsa Granda, offrono l’opportunità unica di presentare ad un largo pubblico l’opera bregagliotta di tutti e quattro questi artisti. L’Istituto svizzero di studi d’arte (SIK-ISEA) vede questa iniziativa con grande simpatia e si rallegra di sostenere dal punto di vista scientifico le attività per la realizzazione del Centro Giacometti.

Dr. Roger Fayet, direttore dell’Istituto svizzero di studi d’arte, Zurigo, 25.5.12